Lo spettacolo della primavera, i fiori, i nostri paesaggi, la Murgia .

E, se tra gli altri, anche Claude Monet diceva " Io devo forse ai fiori l’essere diventato pittore" si capisce bene quanto l'invito giunto al Liceo Artistico Federico II Stupor Mundi da parte della FIDAPA sezione di Corato, non potesse che avere una nostra entusiastica partecipazione alla manifestazione MAGGIO IN FIORE svoltasi a Corato nei giorni 18,19 e 20 maggio.

Così da un’idea della prof.ssa Rosanna Quatela per un percorso di alternanza scuola-lavoro con la classe terza dell'Indirizzo Figurativo e un progetto d’Istituto, che ha potuto contare sul determinante apporto dei docenti M. Cascarano, M. Capobianco, S. Lafasciano nella sua realizzazione, la fucina artistico-culturale della scuola ha realizzato questo lavoro a più voci, rendendo testimonianza di bellezza oltre che di valorizzazione dell’identità locale e del suo patrimonio naturale e culturale.

Gridate al mondo quello in cui credete…; la creatività è il coraggio di abbandonare le certezze…; la creazione è un atto di distruzione…; in un libro, come in un quadro, ci si sente a casa perché si scopre una parte di sé…; siate ladri di vita e di emozioni…; siate aperti a tante esperienze…; non smettete mai di cercare la felicità e di inseguire i vostri sogni…; disegnate le vostre paure…; siate leggeri e siate coraggiosi, se sbagliate abbiate la forza e il coraggio di ricominciare…; non fatevi condizionare dagli adulti, dalla società e da chi sa solo giudicare, è importante il vostro cammino ed è solo vostro; siate ancora bambini, approcciatevi alla vita e all’arte, alla vostra arte, in modo libero, semplice, spontaneo…”

All’interno della manifestazione Federicus di Altamura, evento di rilevanza nazionale e non solo, in programma dal 28 aprile all’1 maggio, è presente anche il Liceo Artistico Federico II “Stupor mundi” di Corato, con un’installazione e dei copricapi, tra cui spiccano lo chaperon e la ferula. L’installazione, inserita nel chiostro del Liceo Cagnazzi di Altamura, fa parte di un trittico di alberi, di cui uno realizzato proprio dagli alunni delle classi IV B e IV C, di indirizzo scenografia e figurativo, sotto il coordinamento e la supervisione dei professori Paolo De Santoli ed Emanuele Pastoressa.

“Dopo” è il titolo del cortometraggio realizzato dagli studenti della classe VA dell’indirizzo Audiovisivo e multimediale, sotto la guida delle docenti Patrizia Ricco e Marilina Nichilo, selezionato alla II Biennale dei Licei artistici. Trattasi di una mostra - concorso promossa da "ReNaLiArt", la Rete Nazionale dei Licei Artistici, finanziata dalla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, patrocinata dal MIUR.

La mostra, che ha come tema “Il viaggio”, è stata inaugurata a Roma il 28 aprile e sarà visitabile fino al 4 giugno 2018, presso palazzo WEGIL e il palazzo dell’Istruzione (MIUR). Saranno presentate le opere in concorso degli studenti dei Licei artistici italiani insieme alle opere fuori concorso di scuole d'arte europee ed extraeuropee, selezionate dal Comitato Tecnico Scientifico. L'organizzazione e la realizzazione della mostra sono a cura del Liceo Artistico Statale "Enzo Rossi" di Roma.

Dopo” è un video che ricorda le 23 vittime dell’incidente ferroviario avvenuto sulla tratta Andria – Corato il 12 luglio 2016. Una tragedia che ha molto colpito tutti gli studenti (in gran parte pendolari) del nostro Istituto.

Al grido: “L’autismo siamo noi!” sabato 14 si sono concluse le iniziative che il nostro Istituto, diretto dal prof. Savino Gallo, ha messo in atto per sensibilizzare la comunità scolastica su di una realtà sempre più crescente nella nostra società: l’autismo, che ogni anno si celebra in aprile in occasione della giornata della consapevolezza dell’autismo.
Attori principali del progetto “Il silenzio delle parole” ideato dalle docenti Amorese A.M. e Petta D., gli alunni delle classi I e II E, frequentate da ragazzi autistici, sono apparsi autentici testimoni della vita scolastica accanto ai loro compagni che presentano il disturbo dello spettro autistico, nelle sue molteplici declinazioni.